Archivi

Argomenti

*Il Supermarket degli Uomini*

in costruzione

Il signor Flanella, ovvero traumi infantili

Ho sempre avuto un ottimo rapporto con i libri, fin da bambina.
Ho sempre letto tantissimo, quasiasi cosa.
Raramente rimanevo delusa dei contenuti, ma quella volta posso addirittura dire di esser rimasta traumatizzata.

Avrò avuto una decina di anni, non di più, quando trovai dei vecchi romanzi di mia mamma.
Uno provocò il danno.
Era un rosa, ma non di quelli che pensate voi.
Non ricordo di preciso la trama, ma a grandi linee era questa:

Una ragazza si innamora della simpatica canaglia del gruppo mentre era corteggiata da un suo collega di lavoro, goffo e mammone, che lei ha soprannominato “Signor Flanella” per via delle maglie che la mamma di lui gli costringe ad indossare.
Passa i pomeriggi dividendosi tra il lavoro, i sospiri pensando al suo bello e le risate di scherno con le amiche verso il Flanellone.

E fin qui tutto bene, nulla di male.
Ma passiamo al finale:

Inaspettatamente la protagonista decide che per lei è meglio sposarsi con il Signor Flanella e sua madre, sapendolo, muore sollevata SORRIDENDO sul divano di casa.

 

Solo al ricordo, mi ritraumatizzo.

Non so decidermi cosa fosse peggio, per il matrimonio con il flanellone o l’idea di sua madre che moriva contenta così, senza motivo, sapendo che la figlia era sistemata.

Scusatemi, ma davvero non riesco a proseguire.

 

Share this nice post:

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

CommentLuv badge