Archivi

Argomenti

*Il Supermarket degli Uomini*

in costruzione

Donne: pensieri sparsi

Non riesco a togliermi dalla testa l’intervista che il TG5 ha fatto ieri alla Moratti: alla domanda classica “cosa direbbe agli elettori” ha risposto di non guardare al partito ma alla persona. In pratica si stava vergognando del Grande Capo, voleva dirlo ma non poteva e allora ha cercato di cavarsela con il politichese.
Mi dispiace per lei, davvero.

Ieri sera nel dormiveglia ho guardato “Mi manda Raitre” e mi sono beccata il caso del test di selezione che chiedeva al canditato notizie circa il suo ciclo mestruale, la sua vita sessuale e cose così.
Inutile commentare, quello che dispiace di più è che una donna ha autorizzato questo e non si è scusata. Come al solito bastava chiedere scusa, anche per finta, ma non è stato fatto.

Giudicare le donne dal ciclo mestruale… Mi fa venire in mente una certa Olimpia, francese, che durante la rivoluzione scrisse i diritti della donna e della cittadina. Indovinate un po’? Fu ghigliottinata e fu data la colpa al suo ciclo abbondante circa il suo temperamento. Eppure, durante la rivoluzione le donne si erano illuse che qualcosa sarebbe cambiato anche per loro.
Illuse.

Poi mi dispiace non ricordare la fonte ma nella mia mente girano le obbiezioni che i “padri della patria” italiani facevano in merito al voto alle donne: i liberali dicevano che sarebbero stati un doppione dei voti dei mariti mentre i compagni comunisti asserivano che un voto di una donna sarebbe stato un voto per i campanili.
Non so, non vi prudono le mani come a Terence Hill in Lo chiamavano Trinità?
A me sì.
Ricordo anche la testimonianza di una ragazza italiana, che si accingeva a votare per la prima volta da quando finalmente era stato concesso anche alle donne. Diceva di essere felice ed emozionata perché lì, nel segreto della cabina elettorale era libera di decidere da sola. E questa emozione la provo anche io ogni volta che vado a votare. Penso anche a tutte le donne che si sono battute perché io potessi farlo e mi dispiace che attualmente nessuno sia degno del mio voto.

Share this nice post:

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

CommentLuv badge