Archivi

Argomenti

*Il Supermarket degli Uomini*

in costruzione

Questioni di classe: Tutti vogliono viaggiare in prima (e che il viaggio non finisca mai). Purtroppo però i posti sono già tutti prenotati.

ANTEFATTO:

Oggigiorno le classi sociali non esistono più!

(Citazione di una studentessa quindicenne figlia di imprenditori con una “paghetta” mesile di 500€, stipendio di una centralinista di call center precaria)

 

Quelli come me si svegliano alle tre
e dicono che i giorni sono corti
e poi quelli come me si svegliano a metà
rimangono coi sogni mezzi aperti
Avrai ragione te a fare come fai
a stare con chi vince cambiarti le camice
sta a vedere che sappiamo già com’è
ci riposiamo solo dopo morti
Tutti vogliono viaggiare in prima
l’hostess che c’ha tutto quel che vuoi
Tutti quanti con il drink in mano
sotto come va fuori come va?
Fuori come va?
Quelli come me si va finchè ce n’è
ma è come non venisse mai il momento
Con quei progetti lì e quei difetti lì
che ci fanno stare più contenti
Avrai ragione te a fare come fai
a startene da furbo nel mondo dei più furbi
sta a vedere che sappiamo già com’è
non ci teniamo a togliere il disturbo
Tutti vogliono viaggiare in prima
l’hostess che c’ha tutto quel che vuoi
Tutti quanti con il drink in mano
sotto come va fuori come va?
Tutti vogliono viaggiare in prima
e che il viaggio non finisca mai
Tutti con il posto finestrino
sotto come va, fuori come va?
Fuori come va ,fuori come va?
Siamo quelli che da quelli come te
non si fanno mai pagar da bere
perchè siamo quelli che
è meglio se lo sai
con quelli come te son sempre pari
di qua tutti vogliono viaggiare in prima
tutti quanti con il drink in mano
sotto come va,fuori come va?
Tutti vogliono viaggiare in prima
Tutti con il posto finestrino
sotto come va , fuori come va?
Quelli come me si svegliano alle tre
e dicono che i giorni sono corti
e poi quelli come me si svegliano a metà
rimangono coi sogni mezzi aperti
Avrai ragione te a fare come fai
a stare con chi vince cambiarti le camice
sta a vedere che sappiamo già com’è
ci riposiamo solo dopo morti
Tutti vogliono viaggiare in prima
l’hostess che c’ha tutto quel che vuoi
Tutti quanti con il drink in mano
sotto come va fuori come va?
Fuori come va?
Quelli come me si va finchè ce n’è
ma è come non venisse mai il momento
Con quei progetti lì e quei difetti lì
che ci fanno stare più contenti
Avrai ragione te a fare come fai
a startene da furbo nel mondo dei più furbi
sta a vedere che sappiamo già com’è
non ci teniamo a togliere il disturbo
Tutti vogliono viaggiare in prima
l’hostess che c’ha tutto quel che vuoi
Tutti quanti con il drink in mano
sotto come va fuori come va?
Tutti vogliono viaggiare in prima
e che il viaggio non finisca mai
Tutti con il posto finestrino
sotto come va, fuori come va?
Fuori come va ,fuori come va?
Siamo quelli che da quelli come te
non si fanno mai pagar da bere
perchè siamo quelli che
è meglio se lo sai
con quelli come te son sempre pari
di qua tutti vogliono viaggiare in prima
tutti quanti con il drink in mano
sotto come va,fuori come va?
Tutti vogliono viaggiare in prima
Tutti con il posto finestrino
sotto come va , fuori come va?
 

Sotto come va? Fuori come va? Mica tanto bene, eh!

INIZIO

Non so perché, ma quel fatto nonostante ormai siano passati parecchi anni, ancora mi gira nella mente.
Non ricordo se stavamo studiando storia o filosofia, ad ogni modo si parlava di classi sociali.
Noi “bambini” eravamo tutti d’accordo con la nostra compagna, anche io. Ero convinta che con l’istruzione sarei potuta diventare tutto ciò che volevo, i soldi non erano un’ostacolo, bastava faticare e si otteneva.
Dieci ( e più anni) dopo mi sento di replicare “sticazzi”.

Le classi sociali ci sono, eccome!
Non sono più come le abbiamo studiate a scuola, ma ci sono.
La prima, grande divisione è tra “furbi” e “minchioni”.
Le altre vanno per fasce di reddito effettivo.
E sono chiuse, chiusissime.
La “scalata” è praticamente impossibile da affrontare da soli e non esagero: HO VISTO figli di dottori laurearsi in medicina mentre figli di contadini non passare il test e optare per agraria. HO VISTO figli di bancari laurearsi in economia e commercio e andare a lavorare con i genitori. HO VISTO me, figlia di una casalinga e un dipendente statale: mi fratello si sta impegnando per diventare un insegnante precario di musica, indovinate un po’ cosa mi rimane da fare? E secondo voi cosa sto facendo?! Ho provato a fare la giornalista ma era un mestiere che non mi faceva campare e io ho fame, molta fame. Non avendo santi in Paradiso, ho dovuto rinunciare.
E quella compagna, che ha finito a fatica il liceo, ha frequentato un’università dubbia sborsando fior di quattrini, secondo voi, con due fabbriche di famiglia cosa farà adesso? Io non lo so, non ci penso.

Share this nice post:

Leave a Reply

  

  

  

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

CommentLuv badge