Archivi

Argomenti

*Il Supermarket degli Uomini*

in costruzione

Think Green! Ovvero: tagliati le palle e tappati l’ano.

Scusate i termini volgari, innanzitutto.

Navigando in giro per la rete ho trovato un articolo molto interessante ( Qui la versione integrale) . In pratica l’autore del post si chiede quale sia il metodo contraccettivo più amico dell’ambiente. Sono sempre stata a favore di uno stile di vita ecocompatibile, ma qui credo si sia superato [...]

La scatola dei calzini spaiati ovvero post impopolare

Inizio rendendovi partecipi dei coccoloni che mi fa prendere Twitter. Il primo, in ordine di delusione (sì supera anche le mancate dimissioni di Berlusconi, perché io credo nei miracoli ma forse per certe cose c’è bisogno di qualcosa in più) è la notizia che la Feltrinelli ha pubblicato un libro sull’oroscopo 2012. Diciamo che preferivo [...]

Perché? Ovvero: bambini alla ricerca del significato.

Una delle prime parole di entrambi i miei pupattoli è stata “pecché” e nella stragrande maggioranza delle volte la loro domanda veniva liquidata in maniera evasiva per mancanza di una risposta plausibile. Perché una cosa è così invece che cosà? Bella domanda, me lo chiedo anche io. Perché sono nata qui, adesso, da questi genitori [...]

Il bastone e la carota, ovvero quanto più ti avvicini, ti allontani.

Ieri sera ero stanca, volevo andarmi a letto, i piccoli erano di tutt’altro avviso così, per attirarli a letto ho preso due caramelle e gliele sventolavo sotto i nasini: “Dai prendetele! Salite le scale!” Tendevano le manine e man mano che avanzavano avanzavo anche io finché non siamo finalmente arrivati in camera da letto. Ho [...]

I mille volti dei miei figli

Tu credi di avere due figli, invece in realtà ne hai molti di più, un po’ come le Barbie. Ricordi? C’è Barbie ballerina, Barbie pizzaiola, Barbie astronauta… Ecco i miei:

Raoul, l’uomo che non deve chiedere mai. Festa di fine scuola, tutti in gruppo a cantare l’inno nazionale. A destra una bambina di orgine italiane [...]

Stranieri

Oggi passando davanti ai manifesti elettorali ho notato quello della Lega Nord, devo dire che è di grande impatto emotivo: il nonnino e il bimbo infondo alla fila e davanti una masnada di stranieri brutti, sporchi e cattivi, ma soprattutto scrocconi. Allora mi è venuto in mente quell’episodio in cui una ragazza credo magrebina, si [...]